Storie in quarantena - Le tre anime della Montagna | Produzione Lenta

27/03/20   Collezioni

Storie in quarantena - Le tre anime della Montagna


Durante la quarantena vi raccontiamo un po’ di storie, quelle che stanno dietro alle nostre collezioni e ai nostri valori. 
Secondo argomento: Le anime della montagna!

Oggi vi raccontiamo la prima collezione nata da una collaborazione esterna, quella che oggi si chiama “Le tre anime della montagna”.
Nei primi mesi di Produzione Lenta fummo invitati a partecipare a un mercatino di piccoli produttori, a Gallo D’Alba, dai ragazzi di Howl Concept Store. Fummo attirati soprattutto dal nome e dal tema principale: il “Funky Gallo Beer Fest”. Non fu un mercatino molto fortunato in realtà, quel giorno giocava anche l’Italia agli Europei, e ci fu anche un piccolo temporale. Durante la giornata però Michele fu colpito da una bancarella particolare. Gli oggetti esposti erano in un materiale di solito considerato poco “artistico”: il cemento!
Era lo stand dei ragazzi di Michele e Giulia di Amanodesign.it una stupenda coppia di creativi!
Lì nacque l’idea di collaborare, ma non ancora del come farlo.
Almeno un anno dopo Michele di Amanodesign chiamò Michele di Produzione Lenta, e dalla chiaccherata telefonica venne l’idea di disegnare in modo innovativo un simbolo della rivalsa della natura: il lupo. L’idea ruotava attorno a un particolare stile grafico, e al rispetto verso la natura. Nacque così, dopo qualche scambio di bozze, la grafica sul lupo, che riscontrò fin dall’inizio un buon interesse. Nei mesi successivi il progetto si ampliò, con l’idea di affidare a tre animali simbolo tre caratteristiche della montagna, di come l’uomo si approccia ad essa, e di come essa si approccia all’uomo.

Quali sono questi tre simboli, modi e sentimenti di vivere la montagna?

Il primo è il rispetto. Lo rappresenta il lupo, sovrano dei boschi, vissuto come un nemico da tanti, ma vitale per l’equilibrio dell’ecosistema. Il ritorno del lupo ci riporta a sentimenti atavici, ma anche a ammirazione per la sua maestosa bellezza. Il rispetto è ciò che abbiamo voluto fargli simboleggiare.

Il secondo è la ribellione. Ribellione alla città, agli stili di vita imposti dai media, alle mode e alle logiche sociali. La natura è libertà e ribellione, e il simbolo che abbiamo scelto per simboleggiare questo è il cinghiale, indomabile e libero, perseguitato ma inarrestabile.

Il terzo è la purezza. La purezza delle alte cime immacolate, delle vette solitarie, delle altitudini, e a rappresentarla abbiamo scelto un animale che ha fatto di quei luoghi puri e solitari il suo habitat: lo stambecco.

In questi giorni di “apocalisse” anche i nostri laboratori si stanno fermando, ma siamo certi di poter tornare presto a spedirvi le nostre maglie, 100% ecosostenibili. Se nel frattempo per distrarvi o passare un po’ il tempo volete fare un giro sul nostro sito, sappiate che le vendite sono aperte, e le spedizioni, fino al termine della crisi sono gratuite. Gli ordini fatti in questo periodo sono scontati del 15% (usate il codice UNITICELAFAREMO). La consegna avverrà subito dopo il termine delle restrizioni.

SCOPRITE LE GRAFICHE DEL TRITTICO SULLE ANIME DELLA MONTAGNA

Leggi la prima storia in quarantena
Il Monviso